Primi

PENNE ALLA CRUDAIOLA
Primo piatto semplicissimo che di solito faccio quando non ho proprio voglia di cucinare.
Vi bastano un paio di pomodori datterini e uno spicchio d'aglio. Mettete un filo d'olio in una padella e fateci rosolare l'aglio qlc minuto. Aggiungeteci i pomodori tagliati a spicchi anche un pò grossolani, basilico, sale e pepe e lasciateli disfare per circa 10 minuti. Intanto cuocete la pasta. Una volta cotta scolate tenendo un pò d'acqua di cottura da parte da aggiungere al sugo e saltate tutto in padella. Aggiungete del parmigiano per mantecare leggermente.


FARFALLE IN CREMA DI ZUCCHINE
Una ricetta per usare la zucchina in maniera un pò meno triste del solito, anche se in realtà questa ricetta l'ho imparata in una delle tante diete fatte....ma devo dire che il gusto non è per niente triste!Provate e mi direte... 
Le uniche cose che vi servono sono delle zucchine che dovrete pelare leggermente (io un pò di buccia la lascio)e tagliare a metà. Mettetele in una pentola insieme ad una cipolla pelata e tagliata a metà e ad un pomodorino tagliato a metà. Fate bollire il tutto per circa 15 minuti e poi scolate bene. Mettete nel bicchiere del minipimer aggiungendo un filo di olio e una presa di sale e frullate. Tenetevi un pò di acqua di cottura se dovesse essere troppo denso. Conditeci la pasta e godetevelo!
CONSIGLIO: Se volete farla un pò più saporita aggiungete pure un cucchiaio di philadelphia.


LINGUINE IN CREMA DI PISELLI E MAZZANCOLLE
E poi mio padre un Sabato mattina torna a casa dalla Pescheria con le Mazzancolle e mi dice "Inventati qualcosa"....e quindi io mi metto all'opera.
Intanto premetto dicendo che è una ricetta semplicissima e di gran risultato.

Iniziate facendo bollire i piselli con un pizzico di sale, e una volta cotti riduceteli in purea con un filo d'olio e un pò d'acqua di cottura. Pulite le mazzancolle e saltatele in padella (con tutto il guscio) con un filo di olio e uno spicchio d'aglio. Una volta cotti, non troppo, pulitene alcune rimuovendo tutto il guschio e lasciatene alcune intere. Cuocete la pasta scolatela al dente e conditela con la crema di piselli e le mazzancolle sgusciate. Aggiungete quelle intere per guarnizione.


GRATIN DI PASTA AL CAVOLFIORE
La comunissima pasta col cavolfiore con un tocco in più.
Pulire un cavolfiore e bollirlo per circa 20 minuti. Mettete a bollire anche la pasta (con un cavolfiore medio ho fatto circa 350 gr di pasta).Scolate il cavolfiore e con una forchetta pestatelo quasi a creare una crema. Scolate anche la pasta un pò al dente e unitela al cavolfiore in una ciotola aggiungendo un filo d'olio e una presina di sale. Versate in una terrina da forno e coprite con qualche fetta di sottiletta, fiocchi di burro e una spolverata di pangrattato. Infornate a 160° per 10 min sotto al grill.




MEZZE MANICHE ALLA CARBONARA
E chi non ama la Carbonara? Veloce facile e gustoso. Ce ne sono diverse versioni...ecco la mia.
Iniziate lasciando cuocere la pasta. Nel frattempo in un tegame fate abbrustolite 150 gr di pancetta dolce (la ricetta originale è col guanciale) senza olio. A parte sbattete 4 uova (ne uso uno ogni 100 gr di pasta....una porzione), con una punta di latte, 50 gr di pecorino grattugiato, 50 gr di parmigiano, sale e pepe.
Una volta cotta la pasta scolatela e velocemente versateci sopra le uova e la pancetta. Tutto fuori dal fuoco...le uova si cuoceranno col calore della pasta...cercate di mantecare il più velocemente possibile perchè il rischio è che si secchi tutto, e invece deve essere una consistenza cremosa.









CREMA DI CECI E CALAMARETTI SALTATI IN PADELLA
Questa ricettina me l'ha passata la mia amica Milanese durante il mio mesetto trascorso lì...fighissima, furbissima e buonissima.
I ceci sono buonissimi fatti freschi ma bisogna metterli a bagno la sera prima e quindi devi pensarci in anticipo...ma fate più in fretta comprando quelli precotti in scatola che dovrete versare semplicemente in padella a scaldare e magari aggiungete una cipollina fresca per insaporire. Aggiungete un filo d'olio e frullate tutto riducendolo in crema. A parte prendete i calamari già tagliati a rondelle e saltateli in padella con olio e un rametto di rosmarino, salate e pepate e servite sopra la crema di ceci.




RICCIOLI CON CUCUZZA FRITTA E PANGRATTATO
Semplicissima e veloce ricetta...l'unica cosa che dovete fare è friggere 3 zucchine tagliata a rondelle (non è importante essere precisi.,...anche a cubetti). Buttatele in una padella con olio e friggetele. Mettetele a scolare su carta assorbente e non gettate l'olio in cui le avete fritte. In un'altra padella mettete un filo di olio con uno spicchio d'aglio, lasciatecelo fino a che non si sarà aromatizzato. Poi toglietelo e versate in padella 5 cucchiai di pangrattato, fatelo abbrustolire leggermente. Cuocete la pasta e una volta scolata mettetela nella padella con l'olio delle zucchine, aggiungete le zucchine fritte e una volta impiattato cospargete di pangrattato sopra.
VARIANTE: Se preferite la pasta più cremosa sciogliete in un pò di acqua di cottura della pasta una punta di philadelphia e unitela al condimento.




MINESTRONE VELLUTATO
E diciamo che quest'inverno ho tirato avanti a vellutate... questa per esempio, è una di quelle idee velocissime da sfruttare quando non sai cosa cucinare e hai poco tempo per farlo. Se vi volete proprio dedicare e volete dargli un tocco in più potete prepararvi il minestrone con tutte le verdure e legumi di stagione e fresche...se invece siete più pratiche, come la sottoscritta, tiratelo fuori direttamente dal congelatore e fatelo cuocere il tempo necessario!!!Fatto questo, eliminate l'acqua di cottura completamente ma tenetela da parte. Frullate il minestrone emulsionandolo con un filo di olio. La ricetta potrebbe essere finita qui, ma io ho aggiunto un particolare....2-3 cucchiai di ricotta biologica fresca (andate ad occhio in base ai gusti e ai commensali). Deve essere cremoso, quindi se non lo è aggiungete un pò di acqua di cottura. Impiattate e servite caldo caldo e con i crostini di pane. 


VELLUTATA DI CAROTE DEPURATIVA
Mamma mia da quanto tempo non posto una ricetta!!!
Ultimamente mi sono dedicata di più ai miei bijoux e ho appeso al chiodo mestolo e grembiule...anche perchè ho un sacco di ricette arretrate che non ho ancora postato e quindi se vedrete cose non di stagione e non proprio a tema adesso sapete perchè! Probabilmente a Natale riuscirò a postare i gelati di questa estate!!!!
Questo piatto va bene in qls momento...io la considero la mia CARTA JOLLY...perchè la preparo sempre dopo le abbuffate festive...per compensare!
Vi servono 5 carote, 1 patata, 1 scalogno...pelate e lavate tutto e mettete insieme in una pentola a bollire in acqua salata per 10 minuti. Per sapere se le verdure sono cotte basta infilzarle con la forchetta...se scivola senza intoppi sono pronte. Scolatele e passatele col minipiner (tenete da parte l'acqua che aggiungerete nel caso in cui restino troppo sode e compatte). Servite con un filo d'olio, parmigiano e crostini di pane.
Io per far si che sia ancora più depurativa non metto la patata...ma da questa dipende molto la consistenza "vellutata" appunto!

VARIANTE: L'ho provata anche sostituendo le carote con i piselli...ottima!


COUS COUS FREDDO DI VERDURE
Piatto fresco e leggero ma soprattutto buonissiiiiiimooooo! 
Iniziate facendo bollire 3 tazze di acqua salata con un cucchiaio di olio. Appena bolle, spegnete il fuoco e aggiungete 2 tazze di cous cous (basteranno per 4 persone) e coprite con un coperchio lasciando riposare per circa 20 minuti. Nel frattempo grigliate 2 zucchine medie tagliate a rondelle e fate bollire dei piselli (a piacimento le dosi). Cuocete in forno una melanzana avvolta nella carta stagnola e fatela ammorbidire in forno per circa 40 minuti a 180°. Una volta cotta dovrete scavarla con un cucchiaio per ricavarne l'interno. Mettete in forno anche 4 peperoni o se preferite cuoceteli alla griglia. Anche questi una volta cotti togliete la pelle e tagliateli a strisce. Tagliate a cubetti 6 pomodorini e andate a fare le vostre faccende di casa!!!!
Trascorso il tempo necessario dovrete solo sgranare con una forchetta il cous cous e aggiungerci tutte le verdure. Condite con un filo d'olio e sale e servitelo freddo.


COUS COUS ESTIVO AI DUE PESTI
Eccomi appena rientrata da una lezione sfiancante di Fitboxe e Superjump...vi dico solo che sono riuscita a malapena a guidare fino a casa tanto mi tremavano le gambe!!!!E mentre aspetto che mi tornino le forze sufficienti per reggere almeno la forchetta, vi posto questa ricettina inventata all'ultimo minuto quest'estate nel tentativo di far capire al mio fidanzato(dipendente da cous cous trapanese fatto in casa da generazioni e generazioni), che anche il cous cous del supermercato può avere il suo perchè!!!

Prima cosa da fare...tagliare prima a fette e poi a cubetti una melanzana, friggetela in padella e lasciatela scolare su carta assorbente. Tagliate a pezzi non troppo grandi dei pomodorini(andate a piacere per le dosi) e saltateli in padella con olio e 1 spicchio d'aglio. Sempre a cubetti tagliate anche una mozzarella. Adesso in una ciotolina unite 4 cucchiai di pesto classico e 4 cucchiai di pesto di pistacchio, aggiungeteci i pomodorini (evitate di unire anche l'olio di quest'ultimi...ce ne sta già a sufficienza) e infine le melanzane e la mozzarella. Mettete da parte e preparate il cous cous. Fate bollire dell'acqua con 1 cucchiaio di olio e salate. Spegnete il fuoco e versateci dentro il cous cous, chiudete con un coperchio e lasciatelo a mollo per 5 minuti. Trascorso questo tempo vedrete che si sarà gonfiato....sgranatelo con una forchetta e a questo punto potete procedere in due modi:
1) O facendolo freddare del tutto tipo insalata di riso e condirlo a freddo con i pesti.
2) Oppure subito a caldo unendo i pesti in modo che si sciolga anche la mozzarella. Io ho fatto così! Non mescolatelo troppo perchè rischiate che venga fuori un "mappazzone"!!!
Per guarnire usate della mentuccia fresca che ci sta benissimo!

Chiaramente il mio fidanzato si è leccato il piatto e quindi sono riuscita nel mio intento!!!

  


RISOTTO ALLE FRAGOLE
Questa ricetta mi ha sempre incuriosito e finalmente ho trovato il momento giusto per poterla sperimentare...il compleanno di mio padre...anche se lui è di gusti al quanto tradizionali...e infatti ha avuto qlc da ridire...però fortunatamente gli altri commensali sono rimasti soddisfatti!

La procedura è semplicissima...
preparate un buon brodo vegetale se ne avete la possibilità altrimenti (come me) utilizzate quelli pronti! Tostate il riso con una parte di olio e una parte di burro in padella con una cipolla a dadini e aggiungete piano piano il brodo, poco per volta. Continuate così fino a quasi metà cottura. In tanto preparate le fragole...andate a piacere per le dosi, io ne ho usata una vaschetta da 300 gr. Pulitele, privatele del picciolo e frullatele nel mixer tenendone da parte per la decorazione e se vi piace per metterne a pezzi all'interno.
A metà cottura, quindi, unite le fragole frullate e amalgamate. Quando la cottura sarà terminata spegnete il fuoco e aggiungete le fragole a pezzi, una noce di burro, parmigiano e sale qb e mantecate il tutto. 

CONSIGLIO: Dopo aver tostato il riso per dare un tocco in più potete sfumarlo con un goccio di vino bianco o meglio ancora spumante.




FIOCCHI D'AMORE "GRANORO" CON ZUCCHINE E ZAFFERANO

Ormai mi sono specializzata nei primi piatti veloci veloci e senza troppi sbattimenti...questa pasta l'ho fatta ieri, appena tornata dal mare...ho aperto il frigo alla ricerca di qlc che potesse velocemente essere cucinato e nel più profondo angolo vedo una zucchina e le sottilette....mi si accende la lampadina!!!! Chiaramente non avevo voglia di friggere la zucchina quindi cosa ho fatto??? Intanto ho buttato la pasta (io ho usato i fiocchi d'amore GRANORO) e intanto in una padella ho messo un filo d'olio con della cipolla e c'ho grattugiato dentro la zucchina precedentemente privata della buccia. l'ho fatta ammorbidire per circa 10 minuti in padella, ho aggiunto una bustina di zafferano e c'ho condito la pasta sempre sul fuoco aggiungendo una sottiletta che fa un pò di cremina e del parmigiano. Buon Pranzo!!!




TORTELLONI ALLO SPECK GRATINATI

Mamma quanto sto indietro con le ricette da postare!!!
Infatti questa è una ricetta per niente estiva ma buonissima e soprattutto veloce veloce (come tutte le mie ricette)...dovete solo fare una buona besciamella che essendo l'unico condimento vi consiglio di fare da voi e non comprarla pronta...ma se poi invece di 5 avete solo 2 minuti...usate pure quella pronta!
Allora io l'ho fatta così: In una pentola ho fatto sciogliere 50 gr di burro e ho poi aggiunto 50 gr di farina con 400 ml di latte, sale, pepe e noce moscata. Aspettate che si addensi un pò e spegnete il fuoco.
A parte fate bollire l'acqua per la pasta (io ho usato i Tortelloni allo Speck VOLTAN) e dopo 2 minuti di cottura scolateli e conditeli con la besciamella (abbondate mi raccomando). Versateli in una teglia da forno e cospargeteli di parmigiano e un pizzico di pangrattato, mettete in forno a 200° per 5 minuti. Devono solo gratinare.


RISOTTO CON SPINACI E PANCETTA
Bollite 400 gr di spinaci per circa 5 minuti (io li ho usati surgelati ma se li avete freschi passate direttamente al passo successivo). Dopo passateli in padella con una noce di burro per insaporirli, salate, riduceteli in crema con il minipiner e metteteli da parte. In una padella mettete 300 gr di pancetta dolce a cubetti e fatela abbrustolire (senza aggiungere olio). Unitela agli spinaci e tostate il riso mettendolo in un tegame abbastanza ampio con burro e cipolla. Continuate fino a cottura aggiungendo poco per volta del brodo vegetale e solo 5 minuti prima di servirlo unite gli spinaci, la pancetta, una noce di burro e una manciata di parmigiano. Amalgamate bene e servite. 


TORTELLONI AI FORMAGGI CON PISELLI E PROSCIUTTO
Mamma mia quanto tempo dal mio ultimo post...insomma...in realtà è solo una settimana ma ne ho proprio sentito la mancanza perchè non ho avuto materialmente il tempo nemmeno di leggere e rispondere ai commenti o anche solo vedere le ricettine degli altri blogger!!! Sorry!
Ma chi l'ha detto che fare shopping è una cosa meravigliosa???? Io mi sto stressando un sacco! La ricerca di un vestito, scarpe, borsa e accessori che si abbinino perfettamente tra loro e il mio portafoglio è un'impresa non indifferente!!! Per non parlare del fatto che quello che scegli non deve solo piacere a te...ma anche alla sposa, nonchè mia sorella, a mamma, papà e varii ed eventuali! E siccome siamo già assai al fidanzato presenterò direttamente il risultato finale!!!
Chiaramente in tutto ciò arrivi a casa ad ora di pranzo ormai bella che superata e con una fame di quelle che vorresti magicamente trovare qlc di già pronto in frigo...cosa che non si è ovviamente verificata ma al quale ha posto rimedio il mio amico VOLTAN!!!! Ebbene sì...con la sua pasta fresca e un pò di fantasia in 5 minuti sei seduto a tavola e ti stai finalmente godendo il tuo pranzo.
Ecco la mia ricetta:
Siccome la pasta fresca VOLTAN cuoce in due minuti, potete come prima cosa mettere l'acqua sul fuoco e cuocere la pasta....nel frattempo preparate il condimento. Mettete in una padella 4 noci di burro con una cipollina fresca tritata e dei piselli precedentemente bolliti. Lasciate insaporire e intanto tagliate a pezzettini circa 100 gr di prosciutto cotto e aggiungetelo in padella. Unite 1 cucchiaio di panna da cucina e scolate la pasta conservando un pò d'acqua di cottura che aggiungerete se vi dovesse servire per rendere il tutto più cremoso. Buttate la pasta in padella e fatela amalgamare con il condimento e aggiungete una manciata di parmigiano.


TAGLIATELLE AI FUNGHI

Per questa ricetta se avete a disposizione dei funghi freschi è meglio...io non li avevo e ho usato 200 gr di funghi secchi misti. Li ho messi a bagno nell'acqua calda per 20 min circa. Dopo 20 min privateli dell'acqua,strizzateli e saltateli in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e continuate a bagnarli con del buon brodo vegetale fino a cottura, salate e pepate.
Intanto fate cuocere la pasta...io ho usato le tagliatelle fresche all'uovo VOLTAN. Poco prima di scolare la pasta, aggiungete ai funghi 100 gr di formaggio spalmabile tipo philadelphia per fare un pò di cremina, se necessario allungate con dell'altro brodo. Condite la pasta e spolverate con una manciata di prezzemolo tritato. Io ho aggiunto anche le mandorle a scaglie per dare la sensazione del croccante.


CHICCHE DI SPINACI CON POMODORO E MOZZARELLA
Devo ringraziare ancora una volta VOLTAN per avermi dato modo di sperimentare un pò con i primi piatti! Fino ad ora diciamo che quello in cui mi dilettavo meglio erano i dolci ma negli ultimi tempi non ho fatto che preparare primi (come forse avrete notato dai miei post)...e mi sono scervellata a pensare a degli ingredienti da abbinare a questa pasta che devo dire è veramente ottima e ha un gusto che ti rimane impresso...cioè...senti davvero la differenza ad ogni assaggio. Per questa ricetta, visto che già la pasta era importante e ricca di suo, non mi sono dovuta scervellare molto...ma devo dire che ci siamo leccati i piatti e fatto pure la scarpetta!
Preparate un buon sugo di pomodoro facendolo saltare leggermente con uno scalogno tagliato sottilissimo. Una volta cotto, spegnete il fuoco e aggiungeteci una mozzarella tagliata a dadini (il più piccoli possibile...io l'ho "stracciata" letteralmente con le mani). Mettete la pasta sul fuoco...come dicevo prima ho usato gli gnocchetti di patate agli spinaci di VOLTAN, che cuociono in 2 minuti, e trascorso questo tempo scolateli e buttateli nella padella con il sugo e la mozzarella. Accendete il fuoco e saltate fino a quando non si sarà sciolta la mozzarella. Servirli sarà un'impresa perchè la mozzarella vi filerà all'infinito...ma il bello è proprio questo!


GRANFARCIOTTI ALLA ZUCCA CON CREMA DI ZUCCHINE E POMODORINI

Appena rientrata da un'ora di sbattimento in palestra...ho solo 5 minuti per cucinare anche se in effetti con quello che ho faticato vorrei accontentarmi di una frutta e basta! Ma desisto e mi metto ai fornelli...e solo con 3 ingredienti base mi è venuta fuori questa meraviglia:
In una padella mettete un filo d'olio e fateci saltare 1 cipollina fresca a listarelle con 4 pomodorini a dadini, aggiungeteci 1 zucchina già pelata e grattugiata e lasciate che si ammorbidisca il tutto. Salate e pepate e solo quando siete pronti per scolare la pasta aggiungeteci 1 cucchiaio di formaggio spalmabile (tipo philadelphia). Fortuna che Voltan è tra i miei alleati, perchè la sua pasta cuoce in soli 2 minuti ed è semplicemente perfetta. Questa volta ho usato i suoi ravioli alla zucca. Li ho saltati insieme al condimento con un goccio di acqua di cottura e una spolverata di parmigiano. 
Enjoy it!

*CONSIGLIO: La zucchina dovrebbe ridursi a crema da sola ma se restasse un pò grossa potete frullare il tutto con il minipimer ad immersione.


TROFIE CON CARCIOFI E RICOTTA

Ormai lo dovresti sapere...io e le ricette veloci e con pochi ingredienti andiamo daccordissimo!!! Questa è una di quelle che puoi preparare davvero in 5 minuti...basta fare la spesa prima!



Se usate i carciofi freschi puliteli accuratamente e fateli bollire fino a completa cottura. Io ho usato i cuori di carciofi surgelati e mi sono risparmiata la fatica! Una volta cotti li ho tagliati a pezzetti anche grossolanamente e li ho saltati in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio. Cuocete la pasta (io ho usato le Trofie fresche VOLTAN) e una volta cotta scolatela e buttatela nella padella con i carciofi. Tenete da parte un pò d'acqua di cottura (non più di un bicchiere) e scioglieteci dentro 500 gr di ricotta....diventerà tipo una crema. Aggiungetela alla padella con la pasta e i carciofi e amalgamate il tutto cercando di rimestarla il meno possibile....il metodo migliore sarebbe quello di spadellare come fanno gli chef...fatelo solo se siete in grado o vi ritroverete tutta la pasta sui fornelli!!! Se vi piace aggiungete un trito di prezzemolo sopra...non guasta!  


SPAGHETTI VONGOLE E COZZOLE...come dicevo io da piccola! 


E come mi è capitato di dire in post passati...oltre alla mia mamma anche il mio papino ogni tanto si diletta ai fornelli!Lui però è per i gusti classici...quando gli fai assaggiare qlc di nuovo fa tutte le facce strane come a dire "Ma non era meglio la pasta al forno che fa la mamma???" E io in questi anni di cose nuove gliene ho fatte provare...ma lui niente...non c'è verso! Allora mi sembrava giusto per par condicio, visto che siamo pure nel periodo giusto, postare una sua ricetta classica che più classica non si può! 

Eccola: 


Dopo aver pulito per bene cozze e vongole (con una spugnetta metallica da cucina) cercando di rimuovere il terriccio dal guscio, mettele in una padella chiudendola con un coperchio aspettando che si aprano tutte. Adesso toglietele dalla padella e sgusciatene almeno la metà e tenetele da parte. Intanto cercate di filtrare l'acqua rilasciata da cozze e vongole(mio padre copre un colino con della garza così che resti davvero poco spazio e passi solo "il mare". Rimettete questa acqua in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio. Aggiungeteci cozze e vongole (tutte, quelle sgusciate e quelle no) e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. A chi piace in bianco avete finito qui...aggiungete solo del prezzemolo e condite la pasta....a noi piace con il sugo e quindi mio padre aggiunge sia i pomodorini a pezzi che un pò di salsa di pomodoro....fate restringere leggermente, aggiungete il prezzemolo e conditeci la pasta. Io ho usato gli spaghetti biologici GRANORO. 





ORECCHIETTE CON CREMA DI MELANZANE E PESTO 


Questa settimana è stata davvero piena di cose da fare...non ho avuto nemmeno 5 minuti da dedicare al mio blog e stamattina c'ho messo tipo 1o minuti per leggere tutti i vostri aggiornamenti...m'è venuta fame già alle 8 del mattino!!! 

Insomma visto che questo è l'unico momento tranquillo che ho, ne approfitto per postarvi questa ricetta meravigliosa e completamente inventata che aveva tutti i presupposti per non risultare e che invece è venuta benissimo! 

In seguito alla collaborazione intrapresa con la VOLTAN, azienda leader per quello che riguarda la pasta fresca, mi stavo interrogando su come preparare le Orecchiette...e non volevo essere banale facendole con le cime di rapa. Così vedendo un pò quello che avevo in frigo ho mixato il tutto ed ecco qui il risultato: 


Allora prima cosa da fare è mettere una melanzana intera avvolta nella carta stagnola in forno per circa 1 ora...quando toccandola risulterà morbida potrete uscirla e farla raffreddare. Scartatela, tagliatela a metà, scavate l'interno e tenetelo da parte. Mettete le orecchiette a bollire e intanto in una padella saltate con dell'olio dei pomodorini pachino a dadini (una decina) e dopo un pò aggiungeteci la melanzana e un barattolo di pesto (100 gr circa). Unite 1-2 mestoli di acqua di cottura per legare il sugo e con una forchetta schiacciate un pò le melanzane. Io non ho salato perchè il tutto era già abbastanza saporito. Scolate la pasta e conditela con il sugo. Spolverate di parmigiano e godevetela! 

A me era rimasto un pò di sugo e la sera ci ho condito delle bruschette...semplicemente deliziose! 

Ringrazio Voltan per il suo omaggio veramente generoso...non ho più scuse per non cucinare la pasta! 




SPAGHETTI DIETETICI AL TONNO 


Ho preparato questa pasta il giorno in cui ho ricevuto la collaborazione di KiliOff... 

Una mia amica un giorno viene e mi fa "Sai...ho comprato una pasta magica...la mangi e dimagrisci"...la mia risposta è stata "Seeeeeeeeeeeeeeeeee....ti fai fregare sempre"!!! E così per curiosità ho voluto provare...in realtà leggendo bene "le istruzioni" questa pasta contiene più proteine e meno amidi della pasta normale e quindi ci permette di consumarla anche tutti i giorni senza problemi. Chiaramente più il condimento è leggero maggiori saranno i risultati...e allora, visto che quando l'ho provata ero sola soletta a casa, ho pensato al tipico piatto per single ... LA PASTA AL TONNO! Vediamo come l'ho fatta.... 

Mentre la pasta cuoce mettete in una padella un filo d'olio con uno spicchio d'aglio schiacciato che poco dopo ho rimosso, ho aggiunto 5 pomodorini pachino a dadini e ho sfumato con 2 cucchiai di vino bianco, una spolverata di prezzemolo e solo alla fine ho aggiunto il tonno (una scatoletta), sale (poco) e pepe. La pasta kili off ci mette circa 8 minuti a cuocere e resta sempre un pò al dente...scolatela e conditela col il sughetto....una bontà...e oltre tutto visto che tutto sommato è dietetica ce ne possiamo concedere un pò di più di quella normale! 

Chiaramente è ancora troppo presto per poter dare ragione alla mia amica o meno...ma vi terrò aggiornati!!! 




MALTAGLIATI E FAGIOLI DIAVOLI 


E oggi vi parlo di ECOR...un'azienda leader in Italia nella distribuzione di prodotti biologici e biodinamici. 

La ricetta che vi presento ha come ingrediente principale i Fagioli Diavoli, che si presentano di colore violaceo scuro striato e di dimensioni piuttosto grandi rispetto ad altre varietà di fagioli, e sono ottimi per contorni e insalate. 

Ma io ho voluto provarli nel modo classico....devo dire che è stata un'impresa perchè la cottura è stata lunghissima ma alla fine sono riuscita nell'intento! Intanto li ho lasciati in ammollo tutta la notte la sera prima insieme ad un pò di bicarbonato. Se volete velocizzare la cottura usate la pentola a pressione...io non l'ho fatto e li ho dovuto seguire per circa 4 ore. Dopo averli sciacquati metteteli in pentola con sedano, carota, cipolla e 1 pomodoro schiacciato, sale e se vi piace un rametto di rosmarino. Lasciateli cuocere per circa 4 ore aggiungendo acqua se necessario. 

Dopo 4 ore vi dico subito che resteranno sempre un pò duri, ed è per questo che io li ho passati con il minipiner aggiungendo un filo d'olio e acqua calda. Conditeli con la pasta e servite. Hanno un sapore più intenso e sono veramente buoni...ora nn mi resta che provarli con le insalate...e vi farò ovviamente sapere!  


ZUPPA DI LENTICCHIE E CROSTINI DI PANE 
La zuppa di lenticchie facilissima e semplicissima della mia mamma...e devo essere sincera...nonostante fosse veramente facile non mi sono mai cimentata...diciamo che le zuppe in genere non sono proprio il mio piatto preferito...infatti me le godo solo quando piove....ora lo so che rischio di prendermi l'invidia di tutti ma...u friddu unni è????Che per chi non ha studiato ad Oxford significa "Ma il freddo dov'è?" Insomma qui siamo ancora in maniche corte e a parte qualche pioggiarellina e nuvole sull'etna il vero inverno deve ancora arrivare! 
Ma non stiamo qui a smacchiare i giaguari e via alla ricetta: 
Prendete delle lenticchie (dipende da quanti siete...io ne considero due pugni abbondanti a persona), 1 sedano a dadini, 2 carote a dadini, 1 cipolla a rondelle e 1 pomodoro a spicchi e mettete tutto dentro una pentola con l'acqua e lasciatele andare sul fuoco per circa 45 minuti. Avete tutto il tempo di andarea fare le altre cose di casa....basta che vi ricordiate di aggiungere il sale a metà cottura e alla fine un filo d'olio DANTE. State attente e non fate come mia madre che per andare a fare altre cose dall'0altra parte della casa le ha letteralmente carbonizzate!!! Fate abbrustolire delle fette di pane o in padella o in forno e servite. 


Noi ogni tanto gli aggiungiamo la pasta (i ditalini) oppure la passiamo col minipiner a purea e la mangiamo con i crostini....una delizia! 

Easy & tasty! 

Ah...e siccome che oggi è il mio compleanno....ahi ahi....mi fici vicchiaredda...vi annuncio che a breve posterò la mia prima torta di compleanno...a meno che venga orrenda e allora resterete con la curiosità! :D 






PENNE PESCE SPADA E MELANZANE DELLA MIA MAMMA


Da quando ho cominciato ad appassionarmi di cucina la mia mamma ha letteralmente appeso il grembiule al chiodo, però ci sono delle cose che come le cucina lei non le fa nessuno...questa è una di quelle ricette e quindi ve la mostro subito subito.

Gli ingredienti sono circa per 4/5 persone...quindi regolatevi!

Prima cosa da fare....tagliere una melanzana a dadini, friggerla e lasciarla da parte a perdere l'olio in eccesso. Prepariamoci anche una decina di pomodorini pachino tagliati a dadini e due belle fette di pesce spada anche esso a dadini. Adesso in una padella abbastanza capiente fate rosolare uno spicchio d'aglio (che poi ho tolto) in un pò d'olio DANTE e aggiungeteci i pomodorini e il pesce spada, dopo qualche minuto sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere il pesce. Una volta cotto aggiungete le melanzane e un trito di prezzemolo. Conditeci la pasta e servite....La "Scarpetta" è assicurata!!! 

Ecco il sughetto





RISOTTO AI FUNGHI

E alle prime piogge il richiamo dei funghi è quasi ovvio! Purtroppo non sono riuscita a trovarli "Freschi di Campagna" e allora ho usato i funghi secchi ma devo dire che il risultato non era poi tanto diverso!

Io per velocizzare la cottura del riso (dato che a casa mia le cotture al dente non piacciono) lo faccio bollire prima a parte per 5 minuti. Intanto in una padella molto capiente metto 50 gr di burro, 1 cipolla ad appassire (attenti a non bruciarla) e 1 spicchio d'aglio (solo per insaporire, toglietelo subito dopo), unite 400 gr di funghi secchi (precedentemente ammollati in acqua calda per circa 20 min), sale, pepe e mezzo bicchiere di vino bianco. Lasciate cuocere per circa 15 minuti e quando il riso sarà arrivato a metà cottura aggiungetelo, ovviamente privato dell'acqua di cottura. Se necessario aggiungete un pò di brodo vegetale per continuare la cottura.


Una volta che il riso avrà finito di cuocere spegnete il fuoco e aggiungete burro e parmigiano a piacere e mantecate. Guarnite infine il piatto con un trito di prezzemolo.


Da leccarsi i baffi!




A TAVOLA CON MADEO...AFFETATI DI CALABRIA E CARBONARA ALLA CALABRESE


In una mia breve permanenza in Calabria ho avuto modo di testare la bontà di questi prodotti...e quando ho ricevuto il consenso alla loro collaborazione sono stata davvero entusiasta....e insieme a me i miei familiari che hanno fatto scorpacciate di salsiccia, capocollo e soppressata Madeo.

Li ho serviti in parte come antipasto e ho usato la pancetta piccante per fare una versione calabrese dell carbonara:


Ho messo subito a bollire l'acqua per la pasta...io ho usato i bucatini. Prepariamo la carbonara contemporaneamente alla cottura della pasta. In una padella ho messo ad abbrustolire 300 gr di pancetta Madeo precedentemente tagliata a cubetti. Non ho aggiunto olio perchè la pancetta rilascia il suo grasso. Una volta cotta lasciamola da parte. Adesso sbattiamo in una terrina 4 uova con sale e una manciata di parmigiano e mettiamo da parte anche questi. Scoliamo la pasta e versiamola nella padella della pancetta con un pò d'acqua di cottura, aggiungiamo velocemente le uova e amalgamiamo il tutto cercando di non far cuocere troppo le uova. Servire calda calda e subito perchè rischia di diventare "gnucca"...come dicono i francesi!!! Risultato ottimo e con un tocco in più dato dal piccante della pancetta che rendo il tutto non così comune come la pasta alla carbonara.




LASAGNE ESTIVE ALLE VERDURE


Ho messo a bollire 200 gr di fagiolini in acqua salata. Intanto ho preparato il pesto: un mazzetto di basilico, 2 spicchi d'aglio, 15 gr di pinoli, 100 gr di parmigiano grattuggiato, olio DANTE q.b., sale...il tutto a frullare nel mixer . Io ho usato 2 vasetti di pesto già pronto e a questi ho aggiunto 200 ml di besciamella e del latte per diluire il composto che altrimenti vi resterà troppo denso. A parte friggete una melanzana a fette per lungo e lasciatela a perdere l'olio in eccesso sulla carta assorbente. Tagliate un panetto di mozzarella a fette( io ho usata quella adatta per la pizza...si presta perfettamente). Quando avrete tutto pronto iniziate a comporre gli strati. Macchiate il fondo della teglia con la crema al pesto, continuate con uno strato di lasagne , nuovamente il pesto, le melanzane, i fagiolini, la mozzarella e ricominciate cojn la pasta. Finite l'ultimo strato solo con la crema al pesto e una spolverata di parmigiano sopra. Mettete in forno a 180° per 15 min. coperta con la stagnola, dopo 15 min. lasciate abrustolire sopra altri 10 min.


STROZZAPRETI AL PISTACCHIO E PANCETTA CROCCANTE


Un Primo facilissimo, buonissimo e di gran effetto....ma soprattutto...ho fatto tutto in 15 minuti prima di servirlo.

Mettete subito a bollire la pasta...in generale la pasta al dente non mi piace e gli strozzapreti li lascio anche 15 minuti quando in realtà sulla confezione c'è scritto che ne bastano 10-12. 

Intanto prepariamo il pesto: tritate nel mixer dei pistacchi, una manciata di pinoli e una di parmigiano e olio DANTE a filo fino ad ottenere un composto cremoso Per le dosi regolatevi ad occhio e in base a quanta pasta dovete condire. Ormai qui lo vendono già pronto ed è quello che ho usato io per fare prima. 

In un padellino antiaderente mettete 200 gr di pancetta dolce affettata e poi tritata (non uso quella a dadini già pronta perchè non ha lo stesso effetto, fatta a fette essendo più sottile diventa croccantissima), non aggiungete condimenti, il grasso della pancetta farà la sua parte. Quando sarà croccante spegnete il fuoco e tenetela da parte.

Scolate la pasta e unite un pò di acqua di cottura al pesto insieme ad un cucchiaio di panna da cucina, condite la pasta e spolverate sopra la pancetta. Cercate di non girare troppo la pasta perchè purtroppo tende ad asciugarsi.

CONSIGLIO: Siccome è piaciuta davvero tanto la pancetta croccante, se ne fate un pò in più potete metterla sia insieme al condimento che sopra per fare scena.



TIMBALLO SICILIANO
Questa ricetta mi è stata suggerita dalla mia collega di lavoro, Milena...siccome non mi ricordavo esattamente tutti gli ingredienti sono andata un pò ad intuito...cmq posso assicurare che il risultato è stato più che positivo!


Allora, a parte la pasta ho preparato quasi tutto la sera prima, così l'indomani ho dovuto solo assemblare il tutto e non ho perso più di 30 minuti.


Quindi, lavate e tagliate a fette 2 melenzane, friggetele ma non troppo perchè finiranno la cottura in forno. Preparate un ragù classico (potete vedere la ricetta alla Sezione Primi Piatti - "Il sugo della domenica"). A parte bollite 3 uova fino a farle diventare sode e dopo averle sgusciate tagliatele a fette. In un altro pentolino bollite 150 gr di pisselli e teneteli da parte. Riscaldate la besciamella. 


Adesso cuociamo 600 gr di anellini siciliani e scoliamoli a metà cottura. Mentre cuoce la pasta prepariamo lo stampo: Imburriamo e spolveriamo di pangrattato una teglia col buco e adagiamo le melenzane fritte sul bordo esterno e sul fondo (una accanta all'altra). Condiamo la pasta con il ragù, la besciamella e i piselli e versiamola pian piano sulla teglia fino a metà. Adesso facciamo uno strato di uova sode a fette e ricopriamo con altra pasta. Cercate di livellare bene fino al bordo. Coprite con altre melenzane e spolverate di parmigiano e pangrattato. Se vi è rimasta un pò di besciamella io la metterei un pò sopra. Cuocete in forno per 20 minuti. Sfornate e ribaltatela aiutandovi con un piatto. 

Questa la versione con il riso 





LASAGNE AI CARCIOFI

Pulire 12 carciofi e sbollentarli qualche minuto. Lasciare raffreddare, tagliare a fette e saltare in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio. Salare, pepare e aggiungere del prezzemolo tritato (un mazzetto). Riscaldare la besciamella (700 ml) e iniziare a fare gli strati: Lasagne, besciamella (cercate di coprire buona parte della pasta per ogni strato ma attenti a non esagerare perchè farà l'effetto "bomba"), carciofi ben distribuiti, fette di prosciutto cotto (150 gr), strische di sottilette e ricominciate. L'ultimo strato l'ho finito solo con la besciamella (che questa volta deve coprire tutti gli spazi), parmigiano e ciuffetti di carciofi. In forno a 280° per 30 minuti. I primi 15 min lasciatela coperta con la carta stagnola.


ARROZ A BANDA (VARIANTE)

Ricetta Spagnola in cui mi sono inbattuta un giorno sfogliando riviste culinarie...già dalla foto me ne sono innamorata e così ho colto l'occasione per prepararla oggi (19 Marzo....Festa del papà), essendo lui grande amante del pesce. "Arroz a banda" significa "Riso a parte"....e proprio in questo consiste la mia variante....riso e crostacei tutto insieme!


Ho eviscerato 300 gr di calamaretti e ho inciso il dorso di 300 gr di gamberi per togliere il filetto nero. Ho inciso allo stesso modo 400 gr di scampi (sotto la pancia).


Prepariamo un trito di 2 cipolle, 2 carote e 2 coste di sedani che soffriggeremo (per metà) in una padella abbastanza capiente con 6 cucchiai d'olio e 1 spicchio d'aglio. Aggiungere gamberi e scampi con tutte le corazze, e dopo un minuto sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, salare, fare insaporire e cuocere per 6 minuti e togliere i crostacei dalla padella con una pinza da cucina e sgusciare tenendo da parte tutti gli scarti (io ho tenuto solo le teste) e mantenendo al caldo i crostacei. Aggiungere gli scarti in padella e unire a questo punto i calamaretti, 3 foglioline di alloro e 1lt e mezzo di acqua e lasciare sul fuoco per circa 45 min. Dopo 45 min togliere i calamari dalla padella sempre con la pinza, unirli ai crostacei e filtrare il brodo (io ho usato un setaccio). Aggiungere al brodo filtrato una bustina di zafferano in polvere e passare alla cottura del riso. Nella stessa padella usata fino ad ora mettere 6 cucchiai di olio, l'altra metà del trito per il soffritto, 2 pomodori ramati a dadini e 1 cucchiaio di brodo. Aggiungere adesso il riso (800 gr) che tosteremo leggermente, dopodicchè uniremo tutto il brodo di pesce fino a cottura del riso. 5 min prima di servire unite i crostacei e i molluschi e portate in tavola direttamente la padella decorata con i crostacei interi e arrostiti adagiati sopra.


*CONSIGLIO: Regolatevi con i tempi perchè la preparazione è un pò lunga e il riso ci sta più di 20 minuti per cuocersi. 

Probabilmente non sarà sufficiente il brodo per terminare la cottura del riso...io ho aggiunto tranquillamente dell'acqua man mano che vedevo il riso asciugarsi.

Assaggiate di tanto in tanto per capire se aggiungere sale o meno.


PASTA RICOTTA E BROCCOLI

Ricettina velocissima, per chi ha poco tempo....da cucinare appena si arriva a casa da lavoro. Ma soprattutto poco calorica. Allora...basta far bollire i broccoli, (non troppo ... cerchiamo di evitare la polverizzazione!!!!) io ne ho usato uno solo. Mentre bolle la pasta (la ricetta era con gli anellini siciliani ma temevo l'effetto "incollato" e quindi ho fatto le penne)a parte in una spaghettiera mettiamo 250 gr di ricotta che ammorbidiremo con una bustina di zafferano in polvere. Aggiungiamo i broccoli scolati, e quando la pasta sarà cotta versarla nella spaghettiera e amalgamare bene il tutto. Conservate un pò di acqua di cottura e aggiungetene qlc cucchiaio se dovesse essere asciutta. Ovviamente è un piatto che va servito subito...la ricotta ha questo problema....dopo un pò rapprende...vi assicuro che è semplicemente delizioso...le mie foto non sono un granchè perchè non mi hanno dato il tempo di farne di migliori!!!!


IL SUGO DELLA DOMENICA

In una pentola bassa ma abbastanza capiente facciamo un soffritto di carota sedano e cipolla. A parte condiamo il tritato di manzo e maiale (500 gr) con 4 fette di pancarrè precedentemente ammollate nel latte e strizzate, 2-3 manciate di parmigiano, prezzemolo q.b. e 1 uovo. Amalgamiamo bene e facciamo delle polpettine. La mia mamma fa anche gli involtini: delle fette di lacerto non più grandi di una mano riempite con uovo sodo galbanino e prezzemolo. Chiudere con gli stuzzicadenti per evitare che esca tutto. Adesso aggiungiamo le polpette e gli involtini al soffritto e appena la carne si sarà rosolata bene aggiungiamo il sugo di pomodoro. Io ne metto 5 bottiglie da 330 gr. Lasciare sul fuoco fino a cottura, circa 30-40 min. Chiaramente questo sugo, oltre ad accompagnare la carne ci servirà per condire anche la pasta!


RISO BASMATI CON PUREA DI PISELLI

Una ricetta di una semplicità unica: Mettete a bollire in una pentola 150 gr di piselli insieme a mezza cipolla a dadini e 1-2 pomodori anche questi a dadini. Assaggiate i piselli per vedere se hanno finito la cottura e non appena saranno cotti, scolateli tenendo da parte l'acqua di cottura. Frullate con il frullatore ad immersione. Considerate che dovrà venire una purea densa ma non troppo, quindi se necessita aggiungete un pò d'acqua di cottura. Adesso cuocete il riso basmati e appena sarò cotto scolatelo e mettetelo in una ciotolina per dargli la forma perfetta, pressatelo un pò e ribaltate su un piatto. Versateci sopra la purea, oppure adagiatela accanto al riso. Guarnite con un filo di olio e parmigiano.


LASAGNE ZUCCA E SALSICCIA
Un primo piatto veramente buono...e scusate le foto...ma avevo gente e non ho potuto curare tanto la presentazione...hihihihi!!!!


Iniziate avvolgendo mezza zucca nella carta stagnola e lasciatela cuocere per intero in forno a 180° per circa 30 min. Poi tiratela fuori, togliete la carta e con un cucchiaio togliete i semini e gettateli, scavate la polpa e mettetela in un recipiente. 

In una padella abbastanza capiente soffriggete una cipolla in un filo d'olio DANTE e aggiungete 4 nodi di salsiccia (tolta dal budello), fate cuocere 5 minuti e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, salare e pepare. Dopo 5 minuti aggiungete la zucca così come l'avete tolta dal guscio e cercate di sgranarla con una forchetta (io per rendere tutto più omogeneo ho frullato con il minipiner ad immersione. Lasciate cuocere una decina di minuti e a fuoco spento unite due confezioni di besciamella (precedentemente riscaldata) e amalgamate. 

Questo è il sugo della nostra lasagna. Adesso iniziate con gli strati, pasta e sugo e ricordatevi di finire col sugo. Tra uno strato e l'altro io ho messo anche le sottilette INALPI che hanno dato quel tocco di godurioso al tutto e ho finito l'ultimo strato con una manciata di parmigiano. Infornate a 180° per 15 min (coperta) e altri 15 a gratinare. 



*CONSIGLIO: Tenetevi un pò di besciamella da parte e anche se l'avete aggiunta al sugo mettetela a "vivo" ad ogni strato oppure solo sopra. 





RISOTTO ALLA ZUCCA 
Comincio col dire che non ho fatto il risotto alla maniera classica tostandolo in padella perchè ne ho fatta una versione più delicata senza vino e poco burro. 


Ho fatto cuocere il riso nel brodo e a parte in una padella abbastanza capiente ho soffritto con un pò di burro e cipolla mezza zucca tagliata a dadini, una volta ammorbidita ho aggiunto un cucchiaio di brodo del riso e ho frullato tutto con il minipimer ad immersione riducendo ad una crema. Salate e appena il riso sarà cotto, scolatelo e unitelo alla crema. Amalgamare il tutto con abbondante parmigiano e qualche mestolo di brodo.

Ho guarnito con qlc fetta di zucca fritta e scaglie di mandorle.



PASTA FREDDA


Questa è una pasta che va bene per tutte le stagioni, facile e buonissima.


In una terrina unite 1-2 pomodori tagliati a dadini, 1 mozzarella tagliata a dadini, le olive (quante volete...a me non piacciono e quindi non le ho messe), 100 gr. di mais, 150 gr. di piselli precedentemente bolliti, 1-2 confezioni di tonno in scatola.

Cuocete la pasta(Penne o Farfalle sarebbero l'ideale), scolatela e rimettetela nella stessa pentola, unite tutte le verdure, 1 filo d'olio e rigirate per 3 minuti sul fuoco basso così da far sciogliere un pò la mozzarella e amalgamare il tutto ed è pronta per essere servita!

*Come avrete notato si chiama Pasta Fredda ma in realtà va mangiata calda. Io ho provato a mangiarla fredda e il risultato non è lo stesso, bisogna aggiungere troppo olio e diventa un pò sdegnosa!



**Per gli ingredienti potete aggiungere quello che più vi piace, ci stanno bene anche le carotine tagliate a listarelle oppure i condipasta per arricchirla ancora di più!



CONSIGLIO: Se vi resta un pò di condimento, non gettatelo, un ottimo riciclo è servirlo come un'insalatona con dei crostini.

3 commenti:

  1. Paola, il timballo con le melanzane ti è venuto bellissimo!!! Complimenti.
    Milena.

    RispondiElimina
  2. Non so se sono rimasta fedele alla ricetta ma ero buono...anzi ottimo direi!!

    RispondiElimina
  3. W LA PASTA FREDDA!!!! light ed estiva ^_^ Ciao

    RispondiElimina